domenica 23 aprile 2017

Ciao piccolini

Ciao piccolini che ve ne state adagiati sul letto, uno vicino all'altro, a studiarvi e sorridervi da sotto il ciuccio.
Ciao tu, nipotino piccolo e già grande, che hai la testa piena di riccioli biondi e che parlotti con l'accento francese facendo comparire sulla tua guancia una fossetta.
Ciao tu, minuscolo grasso e placido nipotino fresco fresco, che sei arrivato prestissimo a fare compagnia al tuo fratellino e che lì, su quel letto, lo guardi e ridi felice.
Vi guardo da una foto e intravvedo dei piccoli semini di complicità che ad ogni sguardo, ad ogni sorriso vengono gettati e che -ne sono certa- tra pochissimo tempo inizieranno a germogliare.
La vostra mamma e il vostro papà allora si stupiranno della gioia che darete loro per ogni risata, per ogni verso fatto e imitato, per ogni volta che le manine si stringeranno, per ogni abbraccio, i primi giochi fatti insieme, per l'intesa unica e speciale che costruirete tra voi, per un mondo tutto vostro in cui vi rifugerete lasciando gli altri fuori...
Siete un gran regalo l'uno per l'altro anche se adesso non lo sapete, anche se ora la fatica di mamma e papà è tanta, anche se certi giorni sono interminabili e l'estate sembra troppo lontana.
I semini germoglieranno presto e vi ritroverete a gattonare insieme, a rotolarvi uno sull'altro, a scambiarvi i ciucci e ad addormentarvi vicini vicini...
E qualcuno si chiederà dove è sparita tutta la fatica...Forse semplicemente dentro ai vostri sorrisi sdentati.

lunedì 17 aprile 2017

Mettete dei fiori nei vostri balconi

Il sole che ritarda a tramontare
L'odore di una giornata calda che volge al termine
Il primo gracidare delle ranocchie nel fiume vicino casa
Il canto degli uccellini presto al mattino
Le mie gerbere fuxia che svettano dritte dritte sul balcone
Le prime maniche corte
Una gita con i nonni il giorno di Pasqua, in alto su un monte guardando incantati tutto quel luccichio del mare in lontananza
La nostalgia per le distanze che ci separano dai nostri parigini
Piccole conquiste della piccola di casa
La primavera che è finalmente scoppiata

sabato 8 aprile 2017

Otto l'otto

Otto proprio oggi che è l'otto.
Otto rotondo come te che sei ciccia e hai iniziato a rotolare.
Otto mesi e due denti, piccoli e spersi in quella bocca tutta gengiva
Otto mesi e due gambette che scalciano sempre e hanno iniziato a sorreggerti in piedi.
Otto i minuti che impieghi nel box a finire ribaltata su un lato per cercare di arrivare ad un gioco messo troppo in là
Otto mesi e i tuoi sorrisi a spasso sul carrello del supermercato, le risate a bocca aperta durante i giochi con papà, gli urli di rabbia quando qualcosa non va come vorresti...E spero che questo non sia già un tratto del tuo carattere.
Otto mesi e i risvegli pieni di gorgheggi strani, le coccole delle sorellone, le pernacchie sulla pancia, i tuoi occhi attenti, tanti piccoli progressi...