lunedì 22 agosto 2016

Parto/3: Come si nasce in casa

E il bello è  che mi avevano anche avvertita la volta precedente: " Se ha intenzione di fare il terzo si faccia ricoverare alla 37a settimana... sennò lo fa per strada!"
La volta scorsa infatti, svegliati di notte di soprassalto da una contrazione forte, eravamo arrivati in tutta fretta in ospedale giusto in tempo per far nascere Margherita.
Questa volta è stato un copione simile ma ancor più accelerato: sempre le contrazioni forti che ci hanno svegliati poco prima delle due, il tentativo di prepararci per scappare all'ospedale ma......fermi tutti, mi viene da spingere!!!
Per fortuna il mio gigante buono è anche molto coraggioso così , al telefono con il 118 che nel frattempo ci mandava un'ambulanza, si è improvvisato ostetrico mentre io scodellavo in sole quattro spinte questa bambina frettolosa dritta dritta nelle sue mani...
All' arrivo dell' ambulanza ai medici è restato solo da tagliare il cordone e impacchettarci tutti e tre per portarci al famoso Centro nascita alternativo, il reparto dell' ospedale dove non si usa l'epidurale e il parto viene rispettato come un evento ancora naturale.......
Bhe più alternativo di così ......non poteva proprio essere!!!!

6 commenti:

  1. Però che bello!!!! Anche a me hanno sempre detto di muovermi, ma per ora non ho scodellato nessuno per strada!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, è stata una esperienza memorabile!!!!

      Elimina
  2. ma che bello! e che coraggio e prontezza tuo marito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è stato veramente coraggioso!!!

      Elimina
  3. che forza!!!!!! deveessere stato stupendo però.... emozionante ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così! Fosse stato il primo mi sarei traumatizzata.....ma alla terza....
      ;)

      Elimina