lunedì 10 novembre 2014

Dica 53

I numeri sono la sua passione. Lo abbiamo capito molto tempo fa quando, piccolissima, si sforzava con impegno a fare qualche semplice somma, quando iniziava a divertirsi contando in su e alla rovescia per ingannare il tempo durante una passeggiata, contando a multipli di due, fino a quest'estate, 5 anni e mezzo, quando con il suo zio matematico (da cui evidentemente ha ereditato questo pezzettino di DNA) in giro per Parigi, si approcciava inconsapevolmente alle moltiplicazioni, rispondendo al problema: se un tavolo ha tre gambe, due tavoli quante gambe hanno? E cosi via fino a quante zampe hanno 8 mucche o quante dita hanno 7 mani.
Quando si annoia in macchina inizia a contare; così, mentre la sorella non perde occasione per farsi una bella penichella russando abbandonata sul suo seggiolino, lei si sente mormorare: "Centocinquantuno, centocinquantadue, centocinquantatre...."
Persino in bagno, seduta sul gabinetto, i suoi pensieri sono rivolti ai numeri:
"Marta, cosa brontoli?"
"53!"
"53, cosa?!?"
"Sono arrivata a contare fino a 53!"
"Ma non dovevi fare pipì?"
"Ah...già!"

4 commenti:

  1. ziociuco11.11.14

    Una che conta tutto e l'altra che non perde occasione per dormire! Sono proprio l'orgoglio dello zio :):):)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah davvero!!! Tutte lo zio!!!!!

      Elimina
  2. Cavoli, mi ci vorrebbe una figlia così, visto che io con i numeri sono un disastro!!!

    RispondiElimina